15 anni MoProC/CAM 2015. Un vero campo di accoglienza e tante dimostrazioni.

CAMbio di residenza

Per i due giorni celebrativi, trasferiti al Parco Amendola sud tutti i mezzi e le dotazioni oggi in forza al Gruppo Comunale.

Data: 01/02/2016

Autore: Andrea Zagni 

Sabato 20 e domenica 21 giugno 2015, al Parco Amendola Sud si è svolta un’importante iniziativa del Gruppo Comunale che, per festeggiare con la cittadinanza il proprio 15° compleanno, ha allestito un campo d’accoglienza identico a quelli realizzati per le emergenze.

Dopo numerosi sopralluoghi è stata scelta un’area a fianco della struttura esistente ed in vicinanza di Via Mantegna; l’organizzazione ed il montaggio del campo hanno visto impegnati numerosi volontari già dalla settimana precedente.

Il campo è stato organizzato con due accessi (carraio e pedonale), aree per le tende (ministeriali e pneumatiche), camminamenti, tensostruttura per ospitare la mensa e attività formative, cucina da campo, tende per assistenza medica e psicologica.

Altre tende sono state allestite per ospitare attrezzature e una mostra fotografica con filmati informativi, a beneficio del pubblico che ha avuto accesso al campo per l’intero weekend e ha potuto visitarlo con l’assistenza dei volontari.

Numerose le attività previste: da quelle informative/addestrative per i volontari a quelle dimostrative della domenica pomeriggio quali simulazione di spegnimento incendi, costruzione di manufatti idraulici, montaggio tende e primo soccorso col supporto di una squadra della Croce Blu con ambulanza.

Non sono mancati momenti d’aggregazione quali le cene del sabato e della domenica, a cui potevano partecipare amici e parenti dei volontari e chiunque volesse aggregarsi.

Il ricavato è servito all’autofinanziamento del gruppo.

Già la domenica sera è iniziato lo smantellamento del campo che si è concluso il lunedì successivo.

L’iniziativa ha avuto esiti molto positivi su “fronti” diversi: la risposta del pubblico è stata calorosa, molti sono stati i cittadini che si sono interessati alle attività svolte e hanno chiesto informazioni sul Gruppo.

Sul versante “interno” si sono riconfermati coesione e partecipazione dei volontari nonché lo spirito collaborativo con altre associazioni presenti (Croce Blu e Psicologi).

Questo contenuto è stata visualizzata 247 volte