Telonebynight. Un bel sabato notte sull’argine...

Acquastop

Tra le tante esercitazioni questa del 16 novembre è risultata la più divertente.

Data: 19/02/2014

Autore: Elena Muzzioli 

Gli ingredienti per l’ottima riuscita di una esercitazione delle Protezione Civile sono: una quarantina di volontari tra uomini e donne, disponibili dalle 18 alle 24, “stuzzicati” dal titolo fantasioso di “Telonebynight”, due capisquadra esperti e amichevolmente in competizione tra di loro, l’ottimo affiatamento tra i vari gruppi coinvolti nelle “manovre” (segreteria, sala radio, magazzino), l’argine del fiume Secchia come location.

Si inizia a Marzaglia caricando tutto il materiale necessario sui mezzi di trasporto per raggiungere il luogo prescelto, dove la squadra degli elettricisti provvede a garantire l’illuminazione (fiat lux!) per consentire alle squadre di raggiungere la sommità dell’argine con tutto il materiale necessario e quindi di lavorare al meglio.

A questo punto sono i capisquadra Alessandro Tucci e Paolo Carnevali a spiegare che il telone viene posizionato per arrestare il flusso di acqua che penetra nell’argine laddove ci siano buchi (pensiamo alle tane delle nutrie) nella zona alta dell’argine stesso, col rischio di indebolirne la tenuta.

Le squadre, con concentrazione e voglia di “fare bene”, procedono passo passo fino ad arrivare al momento clou, quello dello srotolamento sulla costa dell’argine stesso: il lavoro sarà “riuscito” nella misura in cui il telone sarà steso per bene, così da arrestare il passaggio dell’acqua.

Per un istante il fiato di tutti è sospeso e il caposquadra procede con il conto alla rovescia: “Tre, due, uno… via!” Una grande ala si dispiega dalla sommità dell’argine verso il basso grazie ai sacchi di sabbia che consentono di esercitare la giusta tensione.

L’esercitazione si conclude in modo soddisfacente e prima dei tempi preventivati, tanto che Alessandro e Paolo commentano soddisfatti: «Gran bel lavoro, l’addestramento è pienamente riuscito: complimenti a tutti»

Questo contenuto è stata visualizzata 598 volte