L’emergenza idraulica - Come sono state affrontate la criticità prima e dopo il 29

Nel giorno che non c’è

29 febbraio 2016, lunedì. Un giorno che verrà ricordato anche per gli interventi sui fiumi Secchia e Panaro

Data: 26/09/2016

Autore: Stefano Tripi 

La pioggia, ahimè, inizia con il fine settimana.

Il pensiero va all'allerta regionale di Protezione Civile.

Alle prime avvisaglie, i volontari iniziano a verificare gli zaini, caricare i dispositivi elettronici, tenere vicina la divisa. E poi, comunicano le disponibilità sui turni previsti.

Domenica la pioggia aumenta sempre più di intensità; si sente sul tetto delle case e in strada; si vede con l'aumento dei livelli dei fiumi.

L'attivazione ad alcuni arriva già alla sera e alla notte, ad altri per i turni successivi, è bene infatti razionare le risorse visto che si preannuncia un'emergenza lunga.

Sono tantissimi i servizi coperti da volontari del Gruppo.

Diversi gli scenari, i fiumi e le attività; il momento di massima criticità arriva al mezzogiorno “bisestile” di lunedì 29 febbraio, dove per poche decine di centimetri il Secchia a Ponte Alto sfiora il livello di massima allerta.

I giorni successivi, ancora un grande lavoro di interventi e di monitoraggio.

Oltre ai servizi “esterni”, in questa sede ricordiamo il grande lavoro dei volontari che hanno prestato il proprio servizio all'“interno” con determinazione ed efficienza; al CLC, diventato ormai il vero e proprio punto di riferimento cittadino per le emergenze, al COUP di Marzaglia, e al COC presso la Polizia Municipale.

Tra questi ricordiamo: il magazzino, con la messa a disposizione del materiale e dei mezzi; la cucina, con la preparazione e la distribuzione dei pasti; la segreteria, con l'attivazione dei volontari e la predisposizione dei turni; la sala radio, con la copertura delle radiocomunicazioni; il coordinamento, a presidio e raccordo della “macchina” del Gruppo.

Infine, “noi” della redazione, con le numerose fotografie, disponibili sul nostro sito.

 

I numeri

Data: sabato 27 febbraio – mercoledì 2 marzo 2016

Location: Fiumi Secchia e Panaro

Servizi totali Consulta Provinciale del Volontariato: 696 (603 squadre, 93 organico)

Servizi totali Gruppo Comunale Modena: 63 (49 squadre, 14 organico)

Copertura percentuale servizi Gruppo su servizi Consulta: 9,05%

Questo contenuto è stata visualizzata 156 volte