Alla Notte Rock di Modena anche la Ghirlandina è gialla

Sabato 30 giugno “Dress code yellow” per i partecipanti e le vetrine del centro. Proiezioni e ospiti in piazza Roma, tribute band in largo Sant’Agostino e animazioni in tutto il centro

Chi arriverà per partecipare alla Notte gialla rock di Modena sabato 30 giugno, alzando lo sguardo vedrà la Ghirlandina, il simbolo della città, tutta gialla per l’occasione. La Torre civica nel cuore della città, parte integrante del sito Unesco patrimonio dell’umanità di piazza Grande, infatti, darà l’esempio colorandosi tutta di giallo, grazie a una speciale illuminazione a cura di Hera luce e sarà visitabile dalle 9.30 alle 23.30 con ultimo ingresso alle 23.

“Dress code yellow”, mettete qualcosa di giallo, è l’indicazione degli organizzatori rivolta a tutti i partecipanti, a partire dai commercianti e dagli esercenti del centro con le loro vetrine. La festa avrà appunto il colore della città e dello stemma Ferrari, delle maglie delle squadre sportive modenesi dai canarini al volley, e del giubbotto indossato da Vasco sul palco a Modena Park. Così come giallo è, ovviamente, il colore dominante nella locandina dell’iniziativa, in cui alla scritta Notte gialla rock si affianca la silhouette di una chitarra elettrica.

La Notte gialla rock di Modena è stata presentata questa mattina, martedì 26 giugno in conferenza stampa in Municipio, da Gianpietro Cavazza, vicesindaco e assessore alla Cultura, Ludovica Carla Ferrari, assessora a Promozione della città e turismo, Andrea Bosi, assessore al Centro storico, Diego Ferrari di Radio Stella e Paolo Paoli del Gruppo Hera.

L’iniziativa avrà due poli principali di riferimento in piazza Roma e largo Sant’Agostino (a ingresso libero fino a esaurimento posti).

Nella grande piazza di Palazzo Ducale si apre alle 21.30 con dj set di Luca Zanarini e dalle 22 si proiettano su maxischermo immagini della città e del concerto nei giorni straordinari del “Modena Park”, con ospiti dal vivo del mondo del rock e legati all’artista: a presentare sarà Diego Spagnoli, storico direttore di palco del rocker di Zocca, ruolo ricoperto anche a Modena Park. Con lui ci sarà, tra gli altri “il Gallo”, storico bassista del Kom, che torna ad esibirsi per l’occasione. Saliranno sul palco persone di Modena e dintorni dei quali Vasco ha parlato nelle sue canzoni (Susanna, Silvia, “Il Negro”, il mitico “colpevole” Alfredo e altri ancora). Ospiti anche i gemelli Sergio e Marcello Franchi, che hanno realizzato un trono dedicato al Modena Park, che ha catturato la curiosità delle televisioni, e porteranno in piazza Roma il pezzo esclusivo donato al rocker di Zocca. Suoneranno gli Ego, vincitori del contest per emergenti collegato al Modena Park. E agli altri momenti della serata se ne aggiungerà uno con protagonista la scuola di musica di Zocca che porta il nome di Massimo Riva, per presentare il contest “KaraKom”, una sorta di gara canora, che darà la possibilità a chi c’è di cantare sul palco canzoni di Vasco.

Davanti a Palazzo dei Musei è invece in programma l’esibizione live della tribute band di Vasco “Non siamo mica gli americani”, con un flash mob dell’associazione di ipovedenti “Noisy Vision” che ha il giallo come colore identificativo, perché è l’ultimo dei colori – spiegano dall’associazione - che gli ipovedenti continuano a vedere quando gli altri si confondono, ed è quello che più li aiuta nella segnaletica urbana, nella lettura, nella vita quotidiana.

A collegare virtualmente le due piazze saranno due marching band (I Musicanti di San Crispino e Power Marching band) che già dalle 20 attraverseranno il centro storico a suon di musica, mentre ci saranno animazioni in tutto il cuore cittadino, grazie anche alla creatività e all’impegno di commercianti ed esercenti che hanno aderito. A questi ultimi, coinvolti insieme con associazioni di categoria e Modenamoremio, il Comune garantirà l’esenzione Tosap per l’occupazione di suolo pubblico fuori dalle attività, oltre al pagamento della Siae per le animazioni che realizzeranno.

La Notte gialla Rock di Modena di sabato 30 giugno è in collaborazione con Gruppo Hera, con le emittenti radiofoniche Radio Bruno, Radio Stella, Modena90 e Modena Radio City, e si avvale di un contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Il Gruppo Hera attrezzerà le aree dedicate agli spettacoli con una dotazione straordinaria di contenitori per la raccolta, per consentire ai partecipanti di vivere la Notte gialla con un occhio di riguardo all’ambiente e al decoro urbano. Per questa ragione, prima, durante e dopo la Notte gialla rock, Hera effettuerà turni di pulizie e raccolta dei rifiuti straordinari, così da consentire a tutti coloro che interverranno di poter godere appieno della bellezza del centro di Modena.


Atmosfere rock in strada, al Mercato Albinelli, ai Giardini. Aperitivi e cene a tema

In piazza Matteotti dalle 20 si svolge un mercato del disco e del vinile; in via Emilia centro dalle 20.30 all’una, proiezioni e musica live. Sono tante le iniziative nel programma della Notte gialla Rock di Modena, che si svolge in centro storico sabato 30 giugno, tra musica dal vivo e dj set, aperitivi e cene, all’insegna del rock.

In piazzale Erri dalle 19 dj set; proiezioni e dj set dalle 20 anche in piazza Pomposa e via Taglio dove, come in via Cesare Battisti dalle 20 si svolge la “notte rock bollicine”; in via Scarpa dalle 20 all’una suonano Mojo Sauce, rock blues band, The Licks, coverband dei Rolling Stones, Josh3mitsü, solista pop rock acustico e dj Deniz, rock anni ‘70/’80/’90.

Piazza XX settembre dalle 21.30 ospita il live di Ka Bizzarro, mentre al Mercato Albinelli dalle 21.30 si può visitare la mostra fotografica “La gente di Vasco... nei giorni del Modena Park” e la video installazione di Ac factory scuola di fotografia, e a seguire si può ascoltare la musica del Johnny’s duo live. Dj set in corso Duomo dalle 18 alle 2, e a cura di Radio Stella anche in via Sant’Eufemia, che già dal mattino proporrà un angolo giallo tra musica e fiori. Sotto i portici di via Carteria, dalle 21 suonano live i Black Sheep, mentre in piazzale Torti dalle 18.30 alle 20.30 si proietta per l’aperitivo il docufilm “Questa storia qua”, ispirato alla vita e alle canzoni di Vasco. In corso Canalchiaro dalle 20 suonano i Goog’o’boys live mentre in piazza Mazzini lato via Emilia dalle 20 alle 22 si svolge “Un mondo più giallo: giochiamo per sperimentare una visione diversa e immaginare un mondo più giallo” a cura di associazione ipovedenti NoisyVision onlus, che ha come colore identificativo proprio il giallo. Al Baluardo della Cittadella il rock sarà heavy e hard con la serata “Obscene Metal” (dalle 22.30), mentre ai Giardini Ducali si svolge un Silent Party rock con tre dj che trasmettono la loro musica su tre canali alle cuffie wireless disponibili per il pubblico.

Resta aperta dalle 17 alle 23 la mostra di Adelita Husni-Bey di Fondazione Modena Arti Visive alla Palazzina dei Giardini (ingresso a pagamento), ed è visitabile fino alle 23 anche la mostra “Giapponizzati. Racconti di un viaggio di moda” a cura di Modenamoremio alla Chiesa di San Carlo in via San Carlo (orario 10-13 / 16-23).

Dalle 20 locali ed esercizi del centro propongono in tante varianti una loro “cena giallo rock”: in via Emilia centro, via Gallucci, piazza XX settembre, Pomposa,

Mercato Albinelli, piazzale Torti, via Taglio e via Cesare Battisti.

La partecipazione civile e gioiosa dei modenesi e di chi vorrà arrivare da fuori, come è stato per l’ultima notte bianca, sarà un ingrediente fondamentale della festa.

La Notte gialla Rock di Modena di sabato 30 giugno è in collaborazione con Gruppo Hera, con le emittenti radiofoniche Radio Bruno, Radio Stella, Modena90 e Modena Radio City, e si avvale di un contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Modena.


Prescrizioni e consigli per una serata di divertimento rispettosa degli altri e della città. L’ordinanza vieta di cedere per asporto e di girare con bevande in vetro e lattine

Rispettare gli orari di fine degli intrattenimenti e usare i tanti contenitori collocati in centro da Hera (che quest’anno ha potenziato il servizio) nei luoghi di svolgimento delle attività, specialmente per la raccolta differenziata di carta, plastica e vetro.

E a proposito del vetro ricordare che l’ordinanza per la Notte Gialla Rock prescrive il divieto per locali, circoli ed esercizi nella zona interessata, di vendere, somministrare o cedere a titolo gratuito per asporto ogni genere di bevande in contenitori di vetro. Ed è vietato circolare portando con se recipienti e contenitori di vetro e lattine all'interno del centro storico.

L’amministrazione comunale invita tutti partecipanti alle iniziative a divertirsi nel rispetto degli altri e della città osservando le prescrizioni e le norme della buona educazione. Chi serve alimenti e bevande, gli autorizzati possono farlo fino alle 3, è invitato a usare, per quanto possibile, materiali riciclabili o biodegradabili. Gli esercizi autorizzati possono fare musica dalle 20 alle 2, ma sono invitati ad abbassare il volume all’una e a non interferire con le iniziative vicine. Per il decoro è necessario mantenere l’area circostante al proprio esercizio pulita e sgombra da rifiuti, raccogliendo tempestivamente anche durante la serata tutto ciò che è da eliminare o riutilizzare. Per lo smaltimento dei rifiuti si chiede di attenersi con scrupolo alla raccolta differenziata.

Per la regolarità degli esercizi è richiesto di rispettare le norme ordinarie, con riguardo particolare a quelle sulla sicurezza, sulla regolarità contributiva dei dipendenti (anche se assunti occasionalmente) e sulle normative fiscali, anche in presenza di un pubblico numeroso. Infine, è vietato usare bombole di Gpl o altro gas infiammabile simile; è vietato il deposito di liquidi infiammabili e l’uso di fiamme libere; le piastre di cottura, i recipienti con liquidi caldi e quanto possa recare danno al pubblico va tenuto fuori dalla sua portata.

Contenuti collegati

Questo contenuto è stata visualizzata 77 volte