il Gruppo


Il Gruppo, costituito con deliberazione del Consiglio Comunale di Modena n. 93 del 13.07.2000, è una associazione di volontariato che svolge attività di prevenzione e soccorso nell'ambito della Protezione civile.

E' nato nel 1999 per affiancare la Protezione civile comunale, ma agisce su tutto il territorio nazionale.

L'associazione non ha fini di lucro ed è regolata da uno statuto che ne disciplina gli scopi, i diritti e i doveri degli associati, gli organi direttivi. Trae le risorse economiche per il funzionamento da Enti pubblici o da privati, senza svolgere attività commerciali di nessun genere.

Chiunque può iscriversi al Gruppo, purché maggiorenne: non esistono vincoli di sesso, cultura e di nessun altro genere. L'attività degli aderenti non può essere retribuita, tranne che per il rimborso delle spese vive sostenute.

Gli aderenti hanno l'obbligo di partecipare alle attività dell'associazione, che vive del loro contributo di presenza, idee, iniziative.

Per diventare soci è sufficiente compilare il modulo di richiesta: da quel momento si diventa volontari in prova per quattro mesi.

Durante questo periodo il neovolontario ha modo di conoscere l'attività del Gruppo e lo spirito che lo anima come osservatore, oppure partecipando alle attività che vengono svolte (con l'iscrizione si è coperti da assicurazione). Alla fine del periodo può confermare o meno l'adesione al Gruppo, diventando membro effettivo.

Diventare volontari a tutti gli effetti rende obbligatorio un addestramento di base, mentre l'attività svolta è in funzione delle proprie attitudini, capacità o aspirazioni.

Si possono schematizzare tre situazioni:

  • quella di volontario sostenitore, al quale è richiesta la partecipazione alle attività ordinarie;
  • quella di volontario attivo, che partecipa ad attività che vanno oltre quelle ordinarie, senza gli obblighi dell'operatività completa.
  • quella di volontario operativo, se vi è la disponibilità ad interventi che richiedano la pronta reperibilità. La capacità operativa deve essere alta.

Ai volontari vengono forniti abbigliamento ed attrezzature adeguati agli interventi che possono venire richiesti.

Le attività del Gruppo sono legate ai principali rischi presenti sul territorio comunale: prevenzione ed intervento in caso di fenomeni idrologici estremi (alluvioni, forti temporali, nevicate), terremoti o incidenti in complessi industriali che non possono essere affrontati con mezzi ordinari.

Il "servizio tecnico urgente", cioè quello specialistico, viene svolto da corpi specializzati (primi fra tutti i Vigili del Fuoco), mentre al volontariato viene richiesto un intervento di supporto, molto spesso rivolto all'assistenza alle popolazioni che hanno subito l'evento dannoso.

I volontari aderenti al Gruppo possono svolgere attività che già conoscono (ad esempio un elettricista può svolgere la medesima mansione come volontario), oppure svolgerne una diversa se hanno voglia di fare esperienze diverse.

Il mondo della Protezione civile è talmente vario da poter sfruttare qualsiasi professionalità o esperienza: non esiste titolo di studio o capacità che non possa essere messa a frutto.

Le attività svolte dal Gruppo

Il Gruppo, costituito formalmente nel luglio 2000, svolge attività di intervento in caso di emergenze di protezione civile ed attività collaterali che possono essere riassunte nelle seguenti:

  1. interventi a supporto degli Enti che effettuano l'intervento tecnico urgente (Vigili del Fuoco, Magistrato per il Po, ecc.) e di assistenza alla popolazione in caso di emergenze di protezione civile sia all'interno che all'esterno del territorio comunale;
  2. interventi di prevenzione (ad esempio controllo degli argini e sorveglianza ambientale) nel territorio comunale;
  3. interventi a supporto dell'Amministrazione comunale per microemergenze od altre iniziative
  4. partecipazione ad esercitazioni;
  5. addestramento all'utilizzo di attrezzature tecniche;
  6. formazione.

Adesioni

Offriamo

  • La concreta possibilità di aiutare le popolazioni in situazioni di emergenza
  • Una dotazione minima di abbigliamento tecnico
  • Un percorso di formazione specifica su temi tecnici di Protezione Civile e di interesse generale
  • Il rimborso al datore di lavoro (pubblico o privato) delle ore di intervento o esercitazione autorizzata

Chiediamo

  • Concreta motivazione ad aiutare gli altri, a partire dalle proprie competenze
  • Fattiva partecipazione alle attività addestrative e formative (mediamente uno/due incontri al mese)
  • Coerente disponibilità in caso di emergenza (compatibilmente con gli impegni familiari di ciascuno)

Requisiti

  • Essere maggiorenni
  • Non ci sono limiti di età, sesso, nazionalità, lingua, religione, opinioni politiche o filosofiche


Sei interessato alle nostre attività?

Vuoi entrare a far parte del nostro Gruppo ?

Compila il modulo per ricevere informazioni