Ombre gialle in un mattino d’autunno

Data: 29/11/2021

Autore: Daniele Montorsi 

Domenica 28 novembre, si è svolto “November(T)Raining” evento addestrativo articolato e complesso che, nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contrasto al COVID-19, ha impegnato un totale di 62 volontari dalle ore 7.30 alle 14.

Si è trattato di un evento complesso, perché nella sua ideazione, organizzazione ed esecuzione ha visto il coinvolgimento di vari settori presenti nel nostro gruppo (Direttivo, Formazione, Magazzino, Segreteria, Sicurezza, Radiocomunicazioni e Cucina); articolato, perché ha preso in considerazioni tre scenari (tende, idraulico, motoseghe) nei quali abitualmente, svolgiamo la nostra quotidiana attività operativa.

Alternandosi sul piazzale della nostra sede di Via Morandi e in un’area di Via Scartazza che, grazie alla presenza di un canale, un lago artificiale e una boscaglia, sta diventando sempre di più un nostro apprezzato ed utilizzato spazio addestrativo, le 9 squadre nelle quali sono stati divisi i partecipanti, hanno potuto confrontarsi con il montaggio della tenda mod.88, con la costruzione di una coronella e di un soprassoglio ed infine familiarizzare con la motosega, strumento che utilizziamo nei nostri interventi per liberare strade e giardini da rami o alberature cadute a seguito di trombe d’aria e nubifragi, fenomeni sempre più frequenti a testimonianza di un cambiamento climatico con il quale, anche il nostro gruppo, ha da tempo iniziato a fare i conti.

Scopo dell’addestramento è stato duplice.

Da un lato ripassare procedure e tecniche operative, che dopo un lungo periodo di distanziamento sociale, potevano essere necessariamente un po' …..”arrugginite”; dall’altro accendere un faro sulle dinamiche all’interno della squadra, testando il diverso grado di competenze raggiunto dai vari componenti e la capacità di metterle in comune, nell’ottica di una ottimizzazione delle risorse.

Per fare questo, alcuni volontari sono stati “provati” nel ruolo di capi squadra, proprio con il compito, non dichiarato, di farsi carico di questo passaggio di competenze all’interno della propria unità, vigilando sulla corretta esecuzione delle procedure e delle attività da parte di tutti, correggendone eventuali errori.

Nel complesso, “November (T)Raining” ha avuto esito positivo e le tante indicazioni scaturite, saranno oggetto di approfondimenti e miglioramenti, nei prossimi incontri di verifica.

Un’ultima nota: la giornata autunnale, tipicamente novembrina, che ha reso gli scenari estremamente realistici, si è conclusa anche questa volta, nel tepore della nostra sede, con un momento conviviale organizzato dal settore cucina che sempre ci vizia e rifocilla con strepitosi piatti e ottime torte.

Dunque, un grande “grazie di cuore” a loro e ai volontari formatori che hanno coordinato i 3 scenari.

Contenuti collegati

Questo contenuto è stata visualizzata 140 volte