Campo Scuola "Impara a Proteggere" 2023

Un'esperienza unica, ricca di emozioni e divertimento, imparando cose utili. Sono stati quattro giorni intensi quelli del Campo Scuola “Impara a Proteggere” 2023 del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Modena, a cui hanno partecipato circa 20 ragazzi dai 15 ai 17 anni insieme ai volontari del Gruppo. Si tratta della quinta edizione di un appuntamento che ogni anno diventa più ricco e interessante.

I ragazzi si sono trovati giovedì 31 agosto al Centro Logistico Comunale dell’Associazione, in via Morandi a Modena, per iniziare un lungo weekend di avventure inedite che hanno permesso loro di toccare con mano molte delle attività della Protezione Civile.
A partire dal pranzo, che è avvenuto sotto una tensostruttura uguale a quelle montate nelle situazioni di emergenza, con pasti preparati dalla cucina mobile da campo che in quelle situazioni viaggia su carrello per raggiungere i luoghi e le popolazioni in difficoltà.
Il pomeriggio sono state montate le tende da campo, sia quelle pneumatiche sia le “classiche” PI88, le stesse dove poi i ragazzi hanno dormito per tre notti, sulle brandine con i sacchi a pelo.
Poi è stata la volta di una simulazione di assistenza ai senzatetto, un servizio che il Gruppo Comunale svolge ogni inverno in città, in collaborazione con altre Associazioni. I volontari under 18 già iscritti al Gruppo, sono stati bravissimi a impersonare le persone bisognose di aiuto e i ragazzi a loro volta sono stati entusiasti di provare cosa significa l'ascolto, l'empatia, il supporto, tanto che hanno continuato a fare domande sul modo migliore per svolgere l'attività. Un successo quasi inaspettato per un'attività che veniva simulata per la prima volta.

Venerdì mattina, dopo una sveglia al suono di chitarra e amplificatore (fra i volontari abbiamo anche diversi musicisti...), il gruppo si è spostato in un'area dove ha simulato l'avvistamento e lo spegnimento incendi boschivi, tipiche attività estive della Protezione Civile. Nel pomeriggio si è tenuta una importante lezione sui pericoli delle acque fluviali: lezione particolarmente importante alla luce di alcuni tragici accadimenti dell'estate trascorsa. L'attività è proseguita in vasca alle piscine Pergolesi dove la squadra di sicurezza fluviale (detta anche “Le Nutrie”) ha fatto esercitare in acqua i ragazzi con simulazioni di salvataggi, recuperi, lancio di corde e altro. La sera, i volontari under 18 hanno organizzato per i partecipanti una serie di giochi e attività che hanno ulteriormente contribuito a creare coesione e socialità fra i ragazzi.

Sabato (dopo un'altra sveglia musicale) visita alla Polizia Locale, in particolare alle sale di comando e al garage dei mezzi, con a seguire un gioco di ruolo in cui i ragazzi hanno impersonato i vari ruoli istituzionali (dal sindaco al capo dei Vigili del Fuoco, ecc) per dare vita a una simulazione di ciò che avviene al Centro Operativo Comunale in caso di emergenza.
Al pomeriggio un'attività ancora diversa: quella relativa al rischio idraulico, in tutte le sue accezioni: dalla costruzione di una coronella intorno a un fontanazzo, con i sacchi di sabbia che gli stessi ragazzi avevano riempito in precedenza, all'uso delle motopompe per drenare l'acqua dalle aree alluvionate, al varo dei teli arginali.

Domenica i ragazzi hanno finalmente riposato, ricevendo i doverosi complimenti dal Sindaco Giancarlo Muzzarelli e dalla vice comandante della Polizia Locale Annalisa Giunti, che hanno ringraziato tutti i partecipanti e consegnato ai 20 ragazzi gli attestati di partecipazione. Infine, tutti quanti hanno pranzato per l'ultima volta sotto la tensostruttura, con anche la presenza dei genitori che per la prima volta in quattro giorni rivedevano i propri figli trovandoli entusiasti per l'esperienza.

Esperienza, che va ricordato, è stata possibile anche grazie al supporto economico e organizzativo degli sponsor: Gruppo Cremonini, OLI SpA e Tetra Pak.

E che si è svolta nel migliore dei modi grazie all'impegno dei volontari Under 18 del Gruppo Comunale, fondamentali per amalgamare il gruppo dei partecipanti, ai volontari dei settori cucina, magazzino, segreteria, comunicazione, e a tutti gli altri volontari che si sono resi disponibili per dare vita a quattro giorni indimenticabili, cimentandosi a volte anche in attività inconsuete e particolarmente interessanti.

L'appuntamento quindi è per l'anno prossimo, con ancora più partecipanti!

Questo contenuto è stata visualizzata 351 volte