Week end storico a Villa Sorra con l’epopea Napoleonica

Data: 08/07/2015
Fonte: Bologna 2000
Tag: iniziativa 

Al centro delle ricostruzioni gli accampamenti dei soldati napoleonici in divisa storica, che animeranno la festa anche a colpi di moschetto e di cannone, facendo rivivere una battaglia contro gli austriaci che segnò il ritorno a Modena del Duca. Intorno: mostre, conferenze, concerti d’archi e danze in costumi storici, persino pietanze ispirate all’epoca servite in stand gastronomici. Nel bicentenario di Waterloo, si intitola “L’Ottocento tra Ducato Estense e Stato Pontificio” l’edizione 2015 di “Napoleonica”, rievocazione storica a ingresso gratuito che si svolge da venerdì 10 a domenica 12 luglio a Villa Sorra, nelle campagne di Castelfranco. La manifestazione è a cura dell’associazione Aes Cranna di Modena, vincitrice del bando Funder35, rivolto all’impresa culturale giovanile, sostenuto dalla Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Il programma, che rientra nel calendario di iniziative estive coordinato dall’associazione “XVS –Per Villa Sorra”, prevede ricostruzioni di vita militare e quotidiana dell’Ottocento e tre giornate in cui vivere e scoprire la storica dimora e il suo parco con tante iniziative e attività per bambini e famiglie.

Il parco e il giardino romantico della villa faranno da scenografia al mercatino artigianale, agli stand gastronomici e alle ricostruzioni degli accampamenti militari di Napoleone. Tra le novità “Salotti in mostra”: tableau vivant, banchi didattici, abiti storici e parrucche, giochi tattici delle battaglie napoleoniche e una mostra artigianale di serrature e ingranaggi dell’epoca e uno studio fotografico di metà Ottocento nelle stanze della villa.

Si incomincia venerdì 10 luglio alle 19 con l’apertura degli stand gastronomici e del mercatino storico. Alle 21, “Sonate Romantiche”, concerto d’archi nella stanza ovale di Villa Sorra; a seguire proiezione sotto le stelle del film “Master and Commander”, con Russel Crowe.

Le giornate di sabato 11 e domenica 12 luglio iniziano invece alle 10 con l’apertura dei campi storici, del mercatino e delle attività equestri: sarà possibile sperimentare il “battesimo della sella” ed esplorare il parco della villa in carrozza (attività a pagamento). Fitto il programma di laboratori per bambini: i più giovani potranno seguire un vero addestramento militare da soldati napoleonici, costruire cappelli ottocenteschi e scoprire il taumatropio, gioco ottico che incantava i bambini dell’epoca vittoriana. Dalle 15 alle 21 Villa Sorra si animerà con manovre militari e danze ottocentesche (sabato 11 alle 18.30 stage e alle 20.30 Gran Ballo dell’Ottocento in costume), mentre sarà possibile scoprire il giardino romantico con le visite guidate interattive “Un tuffo nel passato”. Dalle 21 sabato e domenica si svolge il “Gothic & Mystery Tour”: fino a mezzanotte gruppi di 30 partecipanti alla volta saranno accompagnati nel giardino alla scoperta delle leggende gotiche, e di poeti ed eroi del primo ‘800. Tra le grotte sul lago e i viottoli del bosco si potrà credere di parlar di poesia con il fantasma di Lord Byron, d’imbattersi nella bestia terrificante dello Gevaudan o d’incontrare Percy e Mary Shelley lungo il lago. Visite e tour a pagamento, per il tour prenotazione obbligatoria (tel. 388 2529796).

Alle 21.30 di sabato 11, secondo appuntamento del cinema sotto le stelle con il film “Waterloo”, con Rod Steiger, nel bicentenario della battaglia.

La manifestazione, inoltre, approfondirà alcuni aspetti della vita e delle opere di Napoleone attraverso conferenze curate dall’associazione Terra e Identità. Il professor Franco Cardini, storico e opinionista fiorentino, domenica 12 luglio alle 16.30 rifletterà sull’impatto del grande imperatore francese sulla storia europea.

A seguire, alle 17.30, la ricostruzione più spettacolare: la battaglia tra francesi e austriaci, dove oltre cento soldati rievocheranno la restaurazione del Duca d’Este in seguito alla sconfitta di Napoleone.

Chiude il programma di “Napoleonica” alle 18.30 di domenica la conferenza “La Grandeur e i piccoli paesi della Repubblica Cispadana” dello storico Alberto Cenci.

Per informazioni: www.storiaviva.eu – tel. 388 2529796.

La villa e la tenuta, che conservano il nome dei Sorra (nobile famiglia che edificò il complesso e ne ebbe la proprietà per oltre due secoli), è dal 1972 di proprietà dei Comuni di Castelfranco Emilia, Modena, Nonantola e San Cesario sul Panaro.

Il programma delle iniziative estive a cura della associazione “XVS – Per Villa Sorra”, raccolte sotto il titolo “Domeniche al Parco” è on line (www.villasorra.it o sui social network: facebook.com/XVS Villa Sorra e twitter.com/XVS Villa Sorra).

Contenuti collegati

Questo contenuto è stata visualizzata 614 volte