"Nessun dorma", raccomandazioni per la notte bianca

“NESSUN DORMA”/1 - STRADE PEDONALIZZATE E DIVIETI DI SOSTA

Dalle 19 alle 3 in centro non si circola e anche i residenti non possono entrare o uscire Gli orari di avvio delle rimozioni sono diversi e saranno affissi ai cartelli zona per zona

In occasione di Nessun dorma, la notte bianca modenese di sabato 21 maggio con 150 iniziative in centro tra luoghi della cultura, strade e piazze, dalle ore 19 alle 3 non si potrà circolare in auto in centro storico nelle aree interessate dagli appuntamenti in programma. Anche i residenti non potranno entrare e uscire in auto in quegli orari e in quelle aree e sono invitati a parcheggiare fuori.

Gli orari nei quali scatta il divieto di sosta con rimozione dipendono dalle attività di allestimento degli spazi e in alcuni casi sono attivi già da venerdì 20 maggio. Gli orari di divieto esatti saranno affissi zona per zona nei cartelli predisposti.

Le strade completamente pedonalizzate a partire dalle 19 sono le seguenti: via Emilia centro (da largo porta Bologna a largo Aldo Moro), via Taglio, corso Canalchiaro e piazzale San Francesco, via Cesare Battisti, via Torre, via Fonte d’Abisso, via Gallucci, via Scarpa, via Saragozza (da via San Pietro a via Mascherella) via Sant'Eufemia, via Selmi (da piazza Grande a via dei Servi e da via Grasolfi a vicolo Foschieri), piazza dei Servi, via Trivellari, via Mondatora, via Albinelli, piazza XX Settembre, via Malatesta (da via Emilia a via dell’Alloro), via Carteria, via Sant’Eufemia, via Badia, via Farini.

Il programma completo di “Nessun dorma” si può consultare sul sito del Comune (www.comune.modena.it/nessundorma).

Per informazioni sabato 21 maggio sarà aperto dalle 9 alle 24 l’ufficio Iat (informazioni e accoglienza turistica) di piazza Grande 14 (tel. 059 2032660 www.visitmodena.it – su twitter e facebook “visitmodena”).

 

NESSUN DORMA / 2 - PUNTI DI ASSISTENZA SANITARIA E SICUREZZA

Ambulanze e centro medico di primo soccorso in punti strategici. Municipale in servizio con agenti e postazione in Sant’ Agostino. Più bagni pubblici a disposizione

Operatori della Municipale e volontari saranno operativi per la sicurezza sabato 21 maggio quando si svolge “Nessun dorma”, che richiamerà migliaia di persone in centro per la notte bianca in occasione della Notte europea dei Musei.

La Polizia municipale, che avrà una postazione fissa con ufficio mobile in largo Sant’Agostino, vedrà in servizio agenti e coordinatori che gireranno nelle aree interessate dagli eventi. Pattuglie della Municipale coordinate da due ispettori saranno impegnate dalle 19 all’una e dalle 21 alle 3, e a queste si aggiungerà un servizio notturno da mezzanotte alle 6. Saranno operativi anche uomini della protezione civile e volontari delle Associazioni Nazionali Carabinieri e Alpini.

Tre i punti di assistenza sanitaria: ambulanze in largo Sant’Agostino e in largo Garibaldi, ai due estremi di via Emilia centro; in piazza Matteotti saranno invece presenti operatori sanitari e un centro medico di primo soccorso con auto medica.

Un punto informativo a cura dell’Ufficio comunale Politiche per la Legalità e le Sicurezze, gestito dai volontari dell'associazione nazionale Polizia di Stato, sarà allestito sotto i Portici del Collegio in via Emilia centro dalle 19 alle 23. Vi si distribuiranno consigli e materiali informativi sui temi della sicurezza stradale e urbana: dalla prevenzione della guida in stato psicofisico alterato alla prevenzione dei reati predatori, e per la promozione del Fondo di aiuto alle vittime di reato.

Inoltre, due operatori del progetto “Buonalanotte” saranno in centro storico per proporre l'uso dell'etilometro per un ritorno a casa in sicurezza dei "nottambuli".

I servizi igienici pubblici saranno potenziati affiancando ai bagni di piazza XX settembre, del Parco Novi Sad e dei Giardini ducali (questi ultimi aperti fino alle 24), batterie di bagni chimici in piazza Roma, in corso Canalgrande all’altezza del parcheggio bici, in largo Sant’Agostino, in zona ex Manifattura Tabacchi e in zona via Carteria – San Barnaba.

 

NESSUN DORMA/ 3 – RACCOMANDAZIONI PER LA NOTTE BIANCA

Prescrizioni e consigli per una serata di divertimento rispettosa degli altri e della città. L’ordinanza vieta di cedere per asporto e di girare con bevande in contenitori di vetro

Rispettare gli orari di fine degli intrattenimenti e usare i tanti contenitori collocati in centro da Hera (che quest’anno ha potenziato il servizio) nei luoghi di svolgimento delle attività, specialmente per la raccolta differenziata di carta, plastica e vetro. E a proposito del vetro ricordare che l’ordinanza per la notte bianca di “Nessun dorma” prescrive il divieto per locali, circoli ed esercizi, nella zona interessata dalla manifestazione, di vendere, somministrare o cedere a titolo gratuito per asporto ogni genere di bevande in contenitori di vetro. Ed è vietato circolare all'interno dell'area della manifestazione portando al seguito recipienti e contenitori di vetro.

L’amministrazione comunale invita tutti partecipanti alla notte bianca a divertirsi nel rispetto degli altri e della città osservando le prescrizioni e le norme della buona educazione. Il Comune, inoltre, ha inviato una lettera a tutte le attività che partecipano, con una serie di raccomandazioni. In primo luogo si ricorda il divieto di somministrare bevande alcoliche ai minori e che è obbligatorio esporre i cartelli che ne pubblicizzano il divieto. Chi serve alimenti e bevande, gli autorizzati possono farlo fino alle 3, è invitato a usare per quanto possibile materiali riciclabili o biodegradabili. Gli esercizi autorizzati possono fare musica dalle 19 alle 2, ma sono invitati ad abbassare il volume all’una e a non interferire con le iniziative vicine. Per il decoro è necessario mantenere l’area circostante al proprio esercizio pulita e sgombra da rifiuti, raccogliendo tempestivamente anche durante la serata tutto ciò che è da eliminare o riutilizzare. Per lo smaltimento dei rifiuti si chiede di attenersi con scrupolo alla raccolta differenziata.

Per la regolarità degli esercizi è richiesto di rispettare le norme ordinarie, con riguardo particolare a quelle sulla sicurezza, sulla regolarità contributiva dei dipendenti (anche se assunti occasionalmente) e sulle normative fiscali, anche in presenza di un pubblico numeroso. Infine, è vietato usare bombole di Gpl o altro gas infiammabile simile; è vietato il deposito di liquidi infiammabili e l’uso di fiamme libere; le piastre di cottura, i recipienti con liquidi caldi e quanto possa recare danno al pubblico va tenuto fuori dalla sua portata.

Contenuti collegati

Questo contenuto è stata visualizzata 819 volte